Flowers Festival – Al via la terza edizione, dal 11 al 22 luglio tra ‘nouvelle vague’ e cultura

13

 

Flowers Festival – Al via la terza edizione, dal 11 al 22 luglio tra ‘nouvelle vague’ e cultura

di Marco Drogo/ph.Letizia Reynaud

E’ stata presentata oggi, al Circolo dei Lettori, la terza edizione del Flowers Festival, che sarà in scena dall’11 al 22 luglio al Parco della Certosa di Collegno. Nel cortile della Lavanderia a Vapore, un parco urbano di 400.000 metri quadrati, verrà allestita l’area spettacolo, in un’area attrezzata per 5000 spettatori.

E’ uno spazio insonorizzato, dove sono racchiuse due delle grandi esperienze di riprogettazione urbana della città di Collegno: la Lavanderia a Vapore, eccellenza della danza contemporanea internazionale e il Padiglione 14, centro della cultura giovanile. Flowers Festival vuole proseguire proprio la grande tradizione di spettacoli di teatro e di musica che dall’abbattimento delle mura manicomiali, datata 1978, fino ai primi duemila, hanno contribuito al rinnovamento di questi luoghi, sotto l’impulso dell’amministrazione pubblica.

Per scoprire tutte le novità di questa edizione del Flowers Festival nel corso della presentazione, sono intervenuti, Fabrizio Gargarone, il direttore artistico, Antonella Parigi, assessore alla cultura e al turismo della regione Piemonte, Francesco Casciano Sindaco della città di Collegno, Matteo Cavallone, Assessore alla cultura città di Collegno e Matteo Pessione, Attività di Venture Philantrhropy Fondazione CRT.

Proprio Gargarone, il direttore artistico, dopo le prime due edizioni che hanno visto esibirsi alcuni tra i più importanti e innovativi artisti della scena musicale italiana e internazionale, ha sottolineato come la terza edizione segua due tematiche ben precise:

«L’edizione di quest’anno di Flowers Festival – afferma il direttore artistico Fabrizio Gargarone – rappresenta l’occasione migliore per vedere da vicino la nouvelle vague della musica italiana. Inoltre, daremo vita a una sezione del Festival per sottolineare un percorso che ci porterà nel 2018 a celebrare il quarantennale della Legge Basaglia, ultimo esempio di lotta di liberazione in questo Paese. Un anniversario che ci obbliga a interrogarci oggi su ordine e caos, mostri e normali, mostrandoci una via alternativa alle nostre civili costruzioni di mura, reclusioni, torture.»

La ‘nouvelle vague’ è rappresentata dall’affermazione di una nuova canzone d’autore italiana caratterizzata da una rinnovata attenzione verso il pubblico mainstream.Il 2017 può essere ricordato come l’anno della maturità per alcuni di questi artisti che ritroviamo nel cast di Flowers Festival: da Mannarino (11 Luglio) a Brunori Sas (19 luglio), dai Baustelle (21 luglio), agli Zen Circus (16 Luglio), da Le Luci della centrale elettrica (20 luglio) ai Fast Animals and Slow Kids (16 luglio), da Levante (22 Luglio) ai TheGiornalisti (12 luglio) a Samuel (15 Luglio) che dopo la carriera ultra ventennale con i Subsonica si presenta, con successo, in veste solista.

Arricchiscono la line up internazionale: la carovana gipsy punk ispirata alla tradizione musicale dell’Europa orientale dei Gogol Bordello che condividono il palco con i cugini bosniaci Dubioza Kolektiv (13 luglio), gli scozzesi Biffy Clyro protagonisti indiscussi di Lunedì 17 Luglio, la cantante libanese Yasmine Hamdan (20 luglio) e la stella electro clash Peaches (22 luglio).

Il tema della follia è rivolto alla ricorrenza del quarantennale della legge Basaglia che permise l’abbattimento dei muri di quel luogo che ospita il Festival, di quei padiglioni e del parco della Certosa di Collegno che fino al 1978 fu il più grande manicomio di Italia. Un anniversario che invita a interrogarsi ancora su ordine e caos, mostri e normali, cercando una via alternativa alle civili costruzioni di mura, reclusioni, torture.

Con alcuni tra i più importanti artisti della sperimentazione musicale, Flowers Festival celebra questo importante anniversario: in esclusiva nazionale l’artista della performance-art al femminile, Diamanda Galas (9 giugno, Lavanderia a Vapore); uno dei più importanti motori dello sviluppo delle nuove strategie in musica, la band industrial degli Einsturzende Neubauten (18 luglio).

Oltre al main stage il programma si completa con I Suoni della mezzanotte, sezione del festival nata con l’idea di offrire al pubblico già presente in area un contenuto culturale extra in linea con l’evento principale della serata. Ecco i nomi del palco dedicato a I Suoni della mezzanotte: L’Orage (11 luglio), Diecicento35 (12 luglio), Dj so Pijani (13 luglio), Dargen D’Amico (14 luglio), GodBless Computers (15 luglio), Litio (16 luglio), Alberto Campo dj set (18 luglio), Lucio Corsi (19 luglio), Khalab dj set (20 luglio), Matteo Castellano (21 luglio), Peaches (22 luglio).

Un calendario ricchissimo di appuntamenti per un’edizione del Flowers Festival che vi consigliamo di non perdere.

Il calendario del Flowers Festival 2017:

11/7 Mannarino
12/7 The Giornalisti
13/7 Gogol Bordello
14/7 Coez Mecna
15/7 Samuel
16/7 The Zen Circus Fast Animals and SLow Kids
17/7 Biffy Clyro
18/7 Einsturzende Neubaten
19/7 Brunori Sas
20/7 Le luci della centrale elettrica
21/7 Baustelle
22/7 Levante