Clean Bandit – Gruvillage, Una serata ‘tutta dance’

9

Clean Bandit – Gruvillage, Una serata ‘tutta dance’

di Marco Drogo/ph.Daniele Solavaggione

Dopo il successo del pop latino di Alvaro Soler, l’arena Gruvillage torna a ballare con i Clean Bandit, il gruppo musicale britannico di musica elettronica, un mix di musica classica e dance, formatosi nel 2009 e composto da Jack Patterson (basso, sassofono, tastiera), Luke Patterson (percussioni) e Grace Chatto (violoncello).

Il loro logo ha un significato ben preciso: come spiegano nelle interviste rappresenta i loro strumenti musicali. Il rombo verde rappresenta un violoncello; il triangolo giallo le bacchette delle percussioni; il quadrato rosso è una tastiera mentre il cerchio rappresenta il violino dell’ex membro Milan Neil Amin-Smith. Il logo appare in maniera sistematica in ogni video delle loro canzoni, come una sorta di firma.

La musica dei Clean Bandit viene descritta come ‘fusion’ e mescola musica elettronica con elementi classici e deep-house. La maggior parte delle loro produzioni, infatti, si rifà ai grandi artisti di musica classica.

Caratteristica principale è la mancanza di una voce solista, infatti per ogni pezzo vengono accompagnati da diversi cantanti in collaborazione occasionale. Spesso sono accompagnati, sia in sala registrazione che nei concerti, da due vocalist: Florence Rawlings e Elisabeth Troy.

Il loro debutto nel mercato discografico avvenne nel 2012 con il singolo ‘A+E’, che ha ottenuto un tiepido successo in Regno Unito. Nonostante la pubblicazione di altri singoli l’anno successivo, è nel 2014 che raggiungono il successo globale grazie a ‘Rather Be’, in collaborazione con Jess Glynne, già ospite di questa edizione del GruVillage.

Dopo l’uscita del fortunato album, ‘New Eyes’ (2014), disco d’oro in Gran Bretagna, consolidano la loro fama internazionale grazie al singolo ‘Extraordinary’ e soprattutto a ‘Real Love’, per il quale collaborano nuovamente con la collega connazionale Jess Glynne.

Al GruVillage offrono uno spettacolo di un’ora abbondante con 18 brani in scaletta, il meglio del loro album ‘New Eyes’. L’apertura è affidata all’intro ‘Rainforest’, ma sono le successive ‘Stronger’, ‘Sure do’, ‘Cologne’ e Symphony’ a far entrare nel vivo lo show, trovando il battimano e l’entusiasmo del numeroso e variegato pubblico, che spazia dai bambini fino ai più adulti, con tanta voglia di ballare e divertirsi.

Nel cuore del set arrivano alcuni dei brani più apprezzati: ‘Extraordinary’, ‘A&E’ e su tutte ‘Rockabye’ che scatena letteralmente i presenti, proprio come ‘Real Love’, posizionata strategicamente nel finale, prima degli apprezzatissimi bis ‘Tears’ e ‘Rather Be’, che verrà cantata e ballata da tutta l’arena dall’inizio alla fine.

Scaletta Clean Bandit @Gruvillage:

1) Rainforest intro
2) Stronger
3) Sure do
4) Cologne
5) Symphony
6) Extraordinary
7) Heart on fire
8) A&E
9) Birch
10) Come over
11) Rockabye
12) Telephone Banking
13) Should’ve known better
14) Disconnect
15) Piece of you
16) Real Love
17) Tears
18) Rather Be